Per evitare ogni rischio, all'amministratore sarebbe consigliabile chiedere preventivamente un'autorizzazione del giudice, anche per intervenire sulle soli parti comuni, almeno finché il contrasto non venga definitivamente composto dal legislatore o da una pronuncia della Corte di Cassazione.
Ancora, sospendendo il servizio idrico nell'unità abitativa del moroso, si rischierebbe la violazione del diritto alla salute costituzionalmente tutelato.
Composed with the html instant editor.Una risposta negativa all'amministratore che voleva sospendere l'erogazione dell'acqua al condomino moroso, l'ha fornita il, tribunale di Brescia, nell'ordinanza.Codice civile : la norma afferma espressamente che " in caso di mora nel pagamento dei contributi che si sia protratta per un semestre, l'amministratore può sospendere il condomino moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato ".Si afferma che l'interruzione della somministrazione di acqua all'utente moroso debba tenere conto di molteplici fattori di varia natura, da quelli alimentari, igienico-sanitari e di tutela della salute e delle tipologie di utenze, a quelli di tutela della risorsa fino alla necessità di copertura dei costi.L'amministratore può sospendere la fruizione dei servizi, ma andrebbe garantito il quantitativo minimo vitale di acqua di Lucia Izzo - Con la riforma del condominio, attuata dalla legge 11 dicembre 2012.Con una sentenza appena pubblicata, il giudice amministrativo ha chiarito che un sindaco non può intervenire con l'ordinanza per vietare al gestore idrico l'interruzione della fornitura nei confronti di singoli utenti morosi, perchè si realizza in questo caso uno "sviamento di potere" che vede.Morosità acqua: no al distaccamento, lintestatario dellutenza della fornitura dellacqua che per il mancato pagamento della bolletta si vede sospendere il servizio può, legittimamente, fare ricorso di urgenza al tribunale per evitare i danni conseguenti dal distacco della fornitura in oggetto.Il Tar del Lazio ha stabilito che un sindaco non può ordinare a un gestore di servizi idrici di riallacciare la fornitura d'acqua se il cliente si è rivelato moroso.



La Corte di Cassazione a tal riguarda afferma che La mancata conoscenza del pagamento da parte dello specifico ufficio addetto alla sospensione e riattivazione del servizio, essendo un fatto interno alla società e non dipendente dallutente, non esclude lobbligazione risarcitoria se non sia fornita.
Assieme chiedono "tariffe sociali che vadano incontro alle necessità di una popolazione che ha raggiunto soglie di povertà significative e che spesso non riesce a far fronte al pagamento delle bollette.
Deve registrarsi, inoltre, quanto stabilito dal.p.c.m.
Lutenza però, deve essere immediatamente ripristinata nel momento in cui lutente salda il suo debito.
Milano - Una sentenza destinata a far discutere e che potrebbe diventare un precedente destinata a essere applicato in tutta Italia.Il decreto riguarda una situazione per certo versi analoga, quello tra qualunque utente (pertanto anche il Condominio) e l'Ente erogatore che, in presenza di una mora, può sospendere il servizio idrico.Esiste qualche sentenza in merito?Stanco di questa situazione non mi rimane che un decreto ingiuntivo, avendo però urgenza di reperire i fondi ed i tempi lunghi su milano per un decreto mi hanno fatto pensare di staccargli la fornitura di acqua che è solo ad uso commerciale per.Ancora, il provvedimento analizza il rapporto tra " morosità e fornitura del servizio " precisando che non sono disalimentabili le utenze degli utenti domestici residenti, che versano in condizioni di documentato stato di disagio economico-sociale, ai quali deve essere in ogni caso garantito il quantitativo minimo vitale.Il distaccamento della fornitura elettrica invece, in caso di mancato pagamento della bolletta, è legittimo: E una clausola che nei contratti di fornitura prevede il distacco dellutenza in caso di ritardi nei pagamenti anche di una sola bolletta.Anche per uniformare quanto già accade in molte realtà, soprattutto nelle regioni settentrionali, dove molte aziende idirche hanno già provveduto a individuare una compensazione tariffaria.





Anche se ad ordinarlo è un sindaco.

[L_RANDNUM-10-999]